Chopard

La nostra Storia
Una Storia di Famiglia

Chopard ha vissuto uno sviluppo spettacolare. Celebre per la sua creatività, la tecnologia all’avanguardia e il virtuosismo dei suoi Artigiani, Chopard è diventata, sotto l’impulso della famiglia Scheufele, uno dei nomi di punta del settore degli orologi e dei gioielli di lusso in Svizzera.

Pietre miliari

1860

Il ventiquattrenne Louis-Ulysse Chopard (1836-1915) apre i suoi laboratori L.U.C a Sonvilier, in Svizzera.

1885

Chopard è riconosciuta per i propri orologi svizzeri affidabili e di alta qualità e diventa fornitore ufficiale di “Tir Fédéral”, la Compagnia ferroviaria svizzera, e dello zar Nicola II di Russia, per citare solo due esempi.

1937

Chopard si trasferisce a Ginevra, centro dell’orologeria di fama internazionale. Paul-André Chopard (1898-1968), nipote di Louis-Ulysse, prosegue la tradizione di famiglia.

1963

Karl Scheufele III riduce la propria dipendenza dai fornitori svizzeri producendo in-house i movimenti dei propri orologi svizzeri. Acquisisce una manifattura svizzera da Paul-André Chopard. Insieme alla moglie Karin sviluppa Chopard e ne amplia in modo spettacolare la produzione e la fama.

1976

Happy Diamonds conferisce un tocco innovativo agli orologi con diamanti. Questi esclusivi orologi con diamanti fluttuanti, quei diamanti liberi di muoversi tra due cristalli di zaffiro, diventano uno dei prodotti di maggior successo nella storia dell’azienda.

1978

Per aumentare l’integrazione verticale di Chopard, Karl Scheufele III investe in una fonderia interna e permette alla Maison di produrre in-house le leghe d’oro.

1980

Convinto del successo che avrebbe riscontrato un orologio in acciaio Chopard, il ventiduenne Karl-Friedrich Scheufele, figlio di Karin e Karl Scheufele III, progetta l’orologio svizzero St. Moritz: un elegante segnatempo sportivo di lusso realizzato in acciaio, perfettamente a proprio agio in ogni circostanza.

1985

Lo schizzo di un clown con la pancia piena di diamanti e pietre colorate spinge la figlia di Karin e Karl Scheufele III, Caroline Scheufele, a entrare nel mondo del design. L’Happy Clown diventa la mascotte della Maison e lancia le prime collezioni di gioielli di Chopard.

1988

Karl-Friedrich Scheufele, che condivide la passione del padre per le auto sportive d’epoca, collabora con la leggendaria 1000 Miglia e lancia l’omonima collezione di orologi sportivi di lusso destinata a riscontrare un successo straordinario.

1993

Caroline Scheufele disegna un orologio sportivo con diamanti basato su un’associazione originale tra acciaio e diamanti: l’Happy Sport. Con i suoi diamanti fluttuanti Happy Diamonds che si muovono sul quadrante tra due cristalli di zaffiro, il segnatempo è diventato rapidamente un emblema della moda “sporty-chic”.

1996

Karl-Friedrich Scheufele fonda Chopard Manufacture a Fleurier, una manifattura dedicata alla produzione di movimenti per orologi svizzeri di alta precisione.

1998

Chopard è diventata Partner ufficiale del Festival Internazionale del Cinema di Cannes, creando ogni anno modelli straordinari e la leggendaria Palma d’Oro e organizzando eventi mozzafiato, oltre al trofeo dedicato alle promesse della settima arte.

2016

Karl-Friedrich Scheufele lancia uno degli orologi più complicati di Chopard: il L.U.C Full Strike, un segnatempo con ripetizione minuti realizzato in oro etico certificato “Fairmined” che si è aggiudicato il Gran Premio “Aiguille d’Or” al Grand Prix d’Horlogerie de Genève 2017.

2018

Da luglio 2018, Chopard si impegna a utilizzare il 100% di oro etico per la produzione di tutti i suoi orologi e gioielli.

2019

Karl-Friedrich Scheufele reinterpreta il St. Moritz, il suo primo successo orologiero, in una nuova collezione ispirata alla natura: l’orologio Alpine Eagle.

scopri tutto
La maison Chopard